Claudia Porchietto

Una Commissione Parlamentare d'Inchiesta sulle attività di affidamento dei minori

06.03.2019 Print

Finalmente a febbraio di quest'anno la Camera ha detto sì all'istituzione di una Commissione parlamentare di inchiesta, richiesta dal collega deputato Mugnai e che ho personalmente sottoscritto, sulle attività di affidamento di minori a comunità, centri e istituti che collaborano con le competenti autorità locali. Il tutto nasce a seguito dei fatti accaduti presso la struttura di accoglienza "Il Forteto" di Vicchio, comune in provincia di Firenze dove bambini che venivano affidati a quella struttura dal Tribunale dei minori poiché con situazioni familiari difficili e subivano abusi come emerso dalle cronache giornalstiche che hanno raccolto le denunce dei minori. 

L’obiettivo politico che dovrà perseguire la Commissione è in particolare quello di fornire, attraverso un accurato lavoro di inchiesta, una serie di indicazioni utili per rendere più efficienti le attività di affidamento di minori sul territorio nazionale, partendo dalle criticità che sono emerse dalla vicenda del Forteto. Se infatti appare scontato porre la competenza del tribunale per i minorenni in posizione sovraordinata rispetto alle at- tività svolte sia dai servizi sociali sia dai servizi sanitari, dalla vicenda del Forteto è emerso un radicato conformismo culturale e amministrativo che è stato determinante affinché le violenze e gli abusi sui minori si protraessero per oltre trent’anni.